RINNOVARE LE ISTITUZIONI  
sen* = Novità

GIUSTIZIA AMMINISTRATIVA

tr


L’inaugurazione dell’Anno giudiziario amministrativo in Piemonte, alla presenza del Presidente del Consiglio di Stato, Paolo Salvatore, è stata l’occasione per l’eccellente Presidente Franco Bianchi di fare un ampio e approfondito quadro della giustizia amministrativa nell’attuale contesto costituzionale e ordinamentale della P.A. Il Presidente ha ricordato che in un anno presso il TAR Piemonte si è riscontrata una sensibile riduzione (-17%) del contenzioso dovuta non soltanto ai costi obiettivi, ma anche alla ridotta litigiosità dei piemontesi. E’ un dato che è sicuramente interpretabile in termini di legalità e giustizia, che risulta certamente migliore rispetto ad altre realtà territoriali.

Sono stati interessanti anche gli interventi degli altri rappresentanti delle categorie forensi, Avvocatura dello Stato e Avvocati. In merito a quest’ultima categoria, mi è giunto un contributo interessante da parte del Prof. Vito Piepoli, che volentieri sintetizzo.L’avvocato Luigi Antonielli d’Oulx, componente del Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Torino, ha ricordato che sarebbe auspicabile assistere ad una maggiore incidenza della Giustizia sulla responsabilità personale dei singoli amministratori pubblici tramite il ricorso al Giudice Erariale. «L’eventuale annullamento di un atto ingiusto, arbitrario e foriero di nefaste conseguenze economiche dovrebbe sempre essere , ad avviso di molti , segnalato alla Corte dei Conti. Solo così si potrà responsabilizzare la Pubblica Amministrazione, o meglio i suoi funzionari,  e li si potrà indurre, o comunque li si potrà riportare, nei pochi casi di deviazione, al giusto esercizio del loro potere. Anzi, del loro servizio. E si potrà realizzare quella giustizia sostanziale condivisibilmente auspicata.» “

Quale modesto rappresentante, da quasi 40 anni, di quella Pubblica Amministrazione da tutti vituperata, osservo che quanto rilevato dall’Avv. Antonielli è giusto, ma sarebbe anche giusto intervenire più spesso, nei confronti di quegli Avvocati, Comitati di cittadini e rompiscatole vari, la cui sola funzione è di creare contenzioso, che a loro avviso, prima o poi, troverà qualche giudice accogliente, costringendo comunque gli organi della Pubblica Amministrazione a difendersi di fronte a richieste o accuse talvolta pretestuose e infondate.

Paolo Padoin

 

 


                          




Si prega d'inviare contributi e osservazioni a questo indirizzo di posta elettronica: papaopad@yahoo.it.