pe
RINNOVARE LE ISTITUZIONI  
sen

 RICORDO DI LANDO CONTI 

cnt

Nel 25 anniversario dell'omicidio di Lando Conti ho partecipato alle cerimionie commemorative con grande commozione, ricordando quel lontano pomeriggio quando anch'io, insieme al prefetto Mannoni, mi recai in via Faentina sul luogo del delitto. Lorenzo, figlio dell’ex Sindaco, ha ricordato nuovamente che purtroppo non sono state chiarite completamente le responsabilità di quell’assassinio. Nel Convegno svoltosi a Palazzo Vecchio molti esponenti del Partito repubblicano di allora hanno parlato della figura di Lando Conti, e il Sindaco Matteo Renzi, che al tempo dei fatti era un bambino, ha invitato a non cancellare il passato, riaffermando l'intenzione della città di tenere viva la memoria di quegli eventi, anche come condizione dell'educazione delle nuove generazioni.

Lo considero un’ulteriore invito a riflettere su quanto avvenuto in passato e ribadisco che non bisogna giustificare comportamenti di gruppi estremisti che turbano la civile convivenza e nelle cui fila nel recente passato il nuovo terrorismo ha pescato per reclutare nuovi adepti.

               Paolo Padoin, Prefetto di Torino

Cfr articoli di stampa: conti   conti1

 

     

 

 

                                                       




Si prega d'inviare contributi e osservazioni a questo indirizzo di posta elettronica: papaopad@yahoo.it.