RINNOVARE LE ISTITUZIONI  
sen* = Novità

I NOSTALGICI DEL '68

neg

Toni Negri

 

I padovani in questi giorni hanno dovuto subire una tempesta d’interviste, esternazioni, rappresentazioni teatrali, soliloqui da “jurassic park” di Toni Negri e famiglia, sostenuti da alcuni nostalgici del partito armato che ancora oggi difendono quelle tesi, quelle posizioni e quelle azioni. Il 7 aprile 1979 è stato rievocato soprattutto da chi allora propugnava la violenza, la sovversione, l’attacco allo Stato. Abbiamo ancora una volta letto la teoria, ricordata spesso da professori ex sessantottini, che la violenza armata e il terrorismo furono una risposta alla violenza dello Stato. I giornali, a parte qualche intervento contrario di alcuni direttori di testata, dello stesso Calogero, del Sindaco di Padova Zanonato, dell’On. Naccarato, hanno riportato ampiamente le tesi “rivoluzionarie” di cattivi maestri, ex terroristi e loro recenti sodali. Per chi volesse farsi una cultura in proposito indico i principali link tratti dai giornali nazionali che hanno dedicato spazio all’argomento (Il Mattino di Padova, Il Gazzettino, Il Corriere Veneto, La Stampa).

Torna Toni Negri, ci ricorda il Mattino del 29 marzo:

http://ricerca.gelocal.it/mattinopadova

 http://ricerca.gelocal.it/mattinopadova1

 http://ricerca.gelocal.it/mattinopadova2

 che riporta poi un’intervista di Umberto Curi,

http://ricerca.gelocal.it/mattinopadova3

 un intervento del Prefetto di Torino (ex Padova e Pisa),

http://ricerca.gelocal.it/mattinopadova4

 le dichiarazioni di Paolo Coltro,

http://ricerca.gelocal.it/mattinopadova5

dell’On. Alessandro Naccarato,

http://ricerca.gelocal.it/mattinopadova6

del Sindaco di Padova Flavio Zanonato,

http://ricerca.gelocal.it/mattinopadova7

della Consigliera comunale Aurora D’Agostino, strenua difensora dei centri sociali padovani.

http://ricerca.gelocal.it/mattinopadova8

Il Corriere del Veneto dà spazio alle esternazioni di Toni Negri:

http://corrieredelveneto.corriere.it/

ma anche alla replica del Procuratore Pietro Calogero

http://corrieredelveneto

Ancora una volta l’Italia deve assistere alle imprese, questa volta per fortuna soltanto verbali, di ex terroristi, ex cattivi maestri, esponenti della sinistra radical-chic, intellettuali ex sessantottini, che tanti guai hanno causato nel passato e che rischiano di causarli anche adesso, se non teniamo alta la guardia. Per fortuna magistratura, forze dell’ordine, alcuni esponenti politici vigilano per evitare che i guasti del passato si ripetano e sono pronti a intervenire in via preventiva, come hanno fatto il 12 febbraio 2007.


 

           Paolo Padoin, Prefetto di Torino

                        

                         




Si prega d'inviare contributi e osservazioni a questo indirizzo di posta elettronica: papaopad@yahoo.it.