RINNOVARE LE ISTITUZIONI  
sen

L'ESEMPIO DI PINEROLO 


pn

 

Spesso la stampa parla di disorganizazione degli uffici giudiziari, di caos nei processi, mentre molte volte, grazie alla professionalità e all’impegno di magistrati e operatori della giustizia vengono conseguiti eccellenti risultati, sia pure con i limitati mezzi a disposizione. La Procura della Repubblica di Pinerolo, sotto la guida di Giuseppe Amato, ha conseguito rilevanti risultati. Il tutto risulta da un’innovativa attività, la redazione di un bilancio di attività per il cittadino, con il quale il Procuratore ha voluto realizzare le esigenze di trasparenza ed efficienza, con la duplice finalità di rappresentare all’esterno (“alla collettività”)qualità e quantità dell’intervento giudiziale e di rappresentare, per l’Ufficio stesso, momento interlocutorio di ricostruzione dell’ andamento del servizio reso. Questi risultati dimostrano che spesso qualche ufficio di minore entità offre servizi migliori di tanti altri, ed è questo un elemento di cui occorre tener conto quando si parla di riorganizzazione dell’ordinamento giudiziario e di razionalizzazione delle sedi.

Trasparenza  ed efficienza sono state le esigenze soddisfatte con la pubblicazione e pubblicizzazione di un “bilancio”, che è iniziativa non frequente nell’ amministrazione della giustizia, quasi che il servizio giustizia non sia destinato alla collettività, mentre è vero il contrario ed alla collettività [anche] si deve rendere “conto” di quanto si è fatto per corrispondere in modo satisfattivo alle istanze di giustizia. La ricostruzione dei dati dell’attività  ha consentito di apprezzare risultati senz’altro positivi: smaltimento in tempo pressoché reale delle sopravvenienze, velocizzazione dei tempi di definizione e risparmio delle spese.

Particolarmente qualificante è risultato il miglioramento in termini di efficienza. L’obiettivo che l’Ufficio si  è posto è stato quello di ridurre i costi e migliorare l’efficienza, e lo si è ottenuto realizzando, insieme ad una migliore resa complessiva dell’Ufficio [abbattimento dell’arretrato e miglioramento dei tempi di definizione] un abbattimento dei costi del 58 %., così da conseguire un risparmio di € 224.000,00 circa. In particolare, è stato possibile ottenere:

1.      la riduzione delle spese di custodia per beni sequestrati: - 39 %;

2.      la riduzione delle spese per le consulenze tecniche: - 57 %.

3.      la riduzione delle spese per intercettazioni: - 63 %;

In questo particolare momento mi sembra opportuno sottolineare come, grazie ad un’accurata politica di sensibilizzazione, è stato possibile contenere le spese per intercettazioni, vuoi attraverso il miglioramento delle “condizioni economiche” del noleggio delle apparecchiature, vuoi soprattutto attraverso una maggiore attenzione “di merito” sulla congruità e necessità dello strumento investigativo.

Tra le iniziative qualificanti, va ricordato che il 25 novembre 2009,  per iniziativa della stessa Procura, è stato firmato un protocollo d’intesa per contrastare le violenze in danno dei “soggetti deboli”, per coordinare in modo fattivo e sinergico gli sforzi per una migliore risposta [preventiva e repressiva] al tema della violenza  nei confronti dei soggetti coinvolti: non solo le donne rispetto ad aggressioni relative alla sfera sessuale, ma anche i minori, gli anziani, comunque tutti i soggetti che, in un determinato contesto spazio temporale e/o in ragione di una precipua condizione di debolezza, possano risultare oggetto di aggressioni e, quindi, risultino meritevoli di accentuata tutela. All’iniziativa hanno fattivamente partecipato, Enti territoriali del Pinerolese, ASL, Avvocati del Foro di Pinerolo, Forze dell’ordine [Arma dei Carabinieri; Polizie municipali; Sezione della Polizia giudiziaria dei Carabinieri, della Polizia di Stato e della Guardia di finanza in servizio presso la Procura di Pinerolo], dei Servizi di assistenza, delle Associazioni private.

  
         Paolo Padoin

 


Si prega d'inviare contributi e osservazioni a questo indirizzo di posta elettronica: papaopad@yahoo.it.