RINNOVARE LE ISTITUZIONI  
sen* = Novità

BATTISTI AL MARE A RIO


bts

Cesare Battisti intervistato mentre al mare di Rio si pavoneggia fra belle donne brasiliane: se voleva dare di sé l`immagine più odiosa, più oltraggiosa per le sue vittime, più nauseante per l`intera comunità nazionale è stato bravo, è riuscito perfettamente nell`impresa. Così esordisce Pierluigi Battista nel suo articolo che reca nel sottotitolo “La «BELLA ESTATE» di Cesare Battisti, una cartolina di cattivo gusto”. bat  Non contento di questo suo exploit, il terrorista condannato per quadruplice omicidio con regolari processi in Italia ha continuato a sbeffeggiare i parenti delle vittime e lo Stato italiano, dichiarandosi nuovamente innocente in altra intervista rilasciata a un giornale brasiliano.

Un assassino che ostenta il suo divertimento e continua a non manifestare nessun segno di pentimento, dopo essersi fatto beffe della giustizia. Dobbiamo ringraziare il Brasile, il Presidente Lula, gli intellettuali della Parigi bene, della gauche caviar, la nostra sinistra radical - chic, la première dame. Un omicida che continua a prendere in giro i familiari di coloro che ha massacrato e si atteggia a viveur, turista tra le «belle ragazze» di Rio de Janeiro, pronto a scrivere un altro dei suoi non indimenticabili libri. Un omicida che non sa nemmeno riflettere sul proprio passato e che concepisce la sua vita di impunito come fosse una cartolina illustrata di cattivo gusto. Ancora una volta si è perpetrato un oltraggio nei confronti dei parenti delle vittime del terrorista assassino.

Ricordo a tal proposito quanto ebbe a dire Armando Spataro, il P.M. che istruì il processo ai Proletari Armati per il Comunismo, in un articolo pubblicato sul Manifesto del 19 febbraio 2011, quando ha definito Battisti uno degli assassini più spietati e determinati che il terrorismo italiano abbia mai conosciuto. Credo che questa definizione di un magistrato che ha conosciuto bene le “imprese” di Battisti sia quella che meglio si attaglia a questo pluricondannato impunito. spat

Paolo Padoin

          




Si prega d'inviare contributi e osservazioni a questo indirizzo di posta elettronica: papaopad@yahoo.it.