Rinnovare le Istituzioni

Arresto Messina Denaro: le felicitazioni di Mattarella, la soddisfazione di Meloni e Piantedosi per il successo del governo di destracentro

L’arresto del boss Matteo Messina Denaro dopo 30 anni di latitanza è indubbiamente un enorme successo dello Stato (magistratura e Forze dell’ordine) ed è stato realizzato sotto l’egida del primo governo di destracentro, nel pieno delle polemiche relative alla riforma Cartabia che prevede nuove regole in tema di querela.
L’applicazione di queste norme infatti ha immediatamente avuto conseguenze negative proprio in tema di lotta alla mafia, visto che la procura di Palermo, tre giorni fa, era stata costretta a chiedere la scarcerazione di tre imputati di lesioni – aggravate dal metodo mafioso – per mancanza di querela.

MATTARELLA – Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, appreso dell’arresto del boss, ha telefonato al ministro dell’Interno e al comandante dell’Arma dei Carabinieri per esprimere – si legge in una nota del Quirinale – “le sue congratulazioni per l’arresto di Matteo Messina Denaro, realizzato in stretto raccordo con la magistratura”.

MELONI – “Una grande vittoria dello Stato che dimostra di non arrendersi di fronte alla mafia”. Cosi’ il presidente del Consiglio Giorgia Meloni commenta la notizia dell’arresto di Matteo Messina Denaro. E aggiunge: “Il Governo assicura che la lotta alla criminalità mafiosa proseguirà senza tregua, come dimostra il fatto che il primo provvedimento di questo esecutivo – la difesa del carcere ostativo – ha riguardato proprio questa materia”.

PIANTEDOSI – “Grandissima soddisfazione per un risultato storico nella lotta alla mafia”. Lo ha dichiarato il ministro dell’Interno, Matteo Piantedosi, appena appresa la notizia dell’arresto di Matteo Messina Denaro al suo arrivo ad Ankara per incontrare il suo omologo turco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *