Rinnovare le Istituzioni

Dopo il pandoro anche le uova di cioccolata. Altre accuse per Chiara Ferragni

ROMA – Sull’Ansa in grande rilievo la notizia che sarebbero in arrivo altri guai per gli idoli social dei giovani moderni, che li prendono ad esempio e li seguono a milioni. E che, ovviamente, sono stati ricevuti in pompa magna anche a Firenze da Schmidt e Nardella.

Potrebbe avere risvolti penali, sottolinea l’Agenzia, la vicenda del pandoro griffato Ferragni, ora che la procura di Milano sembrerebbe sul punto di aprire un fascicolo sulla vicenda, proprio mentre un altro caso simile interesserebbe l’attività dell’imprenditrice digitale. Sembrerebbe, infatti, – si legge sull’Ansa – che l’operazione di beneficenza messa in piedi per pubblicizzare le uova di cioccolato Dolci Preziosi nei due anni passati le avrebbe fruttato molto più di quanto poi in effetti devoluto, peraltro non da lei, per la causa pubblicizzata.
Questa volta sulla confezione delle uova, ma anche nella relativa campagna di comunicazione, era pubblicizzato il sostegno al progetto benefico I Bambini delle Fate, un’associazione che si occupa di progetti di inclusione per bambini con autismo.
Ora il Codacons annuncia un nuovo esposto all’Autorità per la concorrenza, in cui si chiede di aprire una istruttoria per pubblicità ingannevole e pratica commerciale scorretta. Era stata proprio l’associazione dei consumatori, insieme a Assourt, a presentare un esposto per il possibile reato di truffa sul caso del pandoro, che sarebbe al vaglio del procuratore di Milano Marcello Viola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *