Rinnovare le Istituzioni

Italiano “incaprettato” dalla polizia a Miami: arriva la reazione del governo Usa, dopo la presa di posizione di Tajani

WASHINGTON – Dopo l’intervento e le proteste prima della famiglia e poi del governo italiano per il trattamento usato dai poliziotti di Miami allo studente italiano, arrestato in modo violento fuori da un locale della città, arriva la reazione imbarazzata del governo del presidente Biden: “Riconosciamo le preoccupazioni sollevate dal governo italiano e dalla famiglia Falcinelli sulle circostanze dell’arresto di Matteo Falcinelli a Miami. Ci risulta che la polizia di Miami abbia aperto un’indagine interna su questo caso. Continueremo a monitorare questi sviluppi”.

Lo ha detto un portavoce del Dipartimento di Stato americano all’ANSA, rispondendo a una domanda sull’arresto violento dello studente italiano. E’ la prima reazione ufficiale del governo Usa dopo le polemiche sul caso. Il Dipartimento di Stato americano, ha spiegato il portavoce, “lavora diligentemente per garantire che le forze dell’ordine statunitensi rispettino i loro obblighi legali in materia di notifica e accesso consolare quando cittadini stranieri sono detenuti negli Stati Uniti, in conformità con la legge nazionale applicabile e in conformità con gli obblighi internazionali, nello stesso modo che ci aspettiamo che i governi stranieri trattino i cittadini statunitensi all’estero”.

Una replica che non soddisfa. In Italia intanto piovono interrogazioni al nostro governo (subito intervenuto nei confronti degli Usa) da parte delle sinistre, scatenate contro Orban per il caso Ilaria Salis, ma tenere verso Biden, mentre il Presidente Mattarella, in missione all’Onu, condanna Israele per la reazione a Gaza, temendo danni alla popolazione palestinese, sorvolando sui crimini di Hamas, e non esprime ancora alcuna solidarietà alla madre di Matteo Falcinelli, mentre aveva subito telefonato al padre di Ilaria Salis.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *