Rinnovare le Istituzioni

Lotta contro il cancro: una nuova terapia fa sperare i malati. La sperimentazione nel Regno Unito

ROMA – La scienza potrebbe essere in procinto di segnare un punto importante nella lotta contro il cancro. La buona notizia arriva dal Regno Unito dove, nell’ospedale di Hammersmith a Londra, un trattamento nuovo e rivoluzionario è stato somministrato a un campione di pazienti nella prima fase di un trial clinico.
Secondo quanto riportato dal Guardian la nuova cura utilizza l’approccio immunoterapeutico e si fonda sull’utilizzo di materiale genetico (l’RNA messaggero, o m-RNA, che è responsabile del trasporto delle informazioni dal DNA al nucleo delle cellule) per “insegnare” al sistema immunitario dei e delle pazienti a riconoscere le cellule tumorali partendo da determinate caratteristiche, dette marcatori, per poterle combatterle efficacemente.
Secondo David Pinato, scienziato clinico e consulente di oncologia all’Imperial College di Londra, la portata rivoluzionaria del trattamento sta proprio nel cooptare il sistema immunitario del soggetto e renderlo parte attiva nella cura, invece che attaccarlo e indebolirlo, come nel caso della classica chemioterapia.
Questo consentirà di sviluppare terapie non solo meno tossiche e nocive per l’organismo nel suo complesso, ma anche più precise perché potranno colpire effettivamente solo le cellule malate. La terapia è specifica per il tipo di cancro. Attualmente i test clinici stanno valutando la sua efficacia contro melanomi, tumori al polmone e altre masse cancerose solide.
La sperimentazione è ancora alle sue prime fasi, e prima di poterlo estendere a un numero maggiore di soggetti, si dovrà provare che il trattamento è non solo efficace, ma anche sicuro. Tuttavia i primi risultati di laboratorio hanno dato buone speranze e i ricercatori e le ricercatrici che se ne stanno occupando sono fiduciosi che questo nuovo approccio possa rappresentare un vero punto di svolta nella cura di una delle malattie più ostiche del nostro tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *