Rinnovare le Istituzioni

Migranti: dispersa una bambina di 15 mesi, naufragio di un barchino al largo di Lampedusa

LAMPEDUSA – Un barchino di 45 migranti partito dalla Tunisia è improvvisamente andato a fondo a largo di Lampedusa nel corso dell’ultima notte. 44 persone sono state tratte in salvo e c’è solo un disperso: una bambina di appena 15 mesi. A bordo del barchino, partito nella notte di giovedì in cerca di fortuna e naufragato poche ore fa, c’erano 45 migranti, tra i quali anche 11 donne e 3 minori.

L’imbarcazione ha subito un naufragio non molto distante dalle coste di Lampedusa e la guardia costiera è intervenuta per portare tutti in salvo. Di tutti i migranti presenti sulla barca, una non è ancora stata trovata. Si tratta di una piccola bimba di appena 15 mesi: sua madre ha raccontata di non essere riuscita a tenerla stretta a sè durante il disastro. Mentre la mamma della bambina dispersa è stata portata all’hotspot di contrada Imbriacola, le autorità si stanno ancora impegnando nelle ricerche della piccolina. Le speranze di trovarla, però, si assottigliano di ora in ora. Si tratta dell’ennesimo dramma di questo tipo che avviene nel Mediterraneo.

Un altro caso di migranti vittime dei tentativi di traversata del Mediterraneo senza alcuna garanzia di sicurezza, senza che la Ue riesca a intervenire in modo sostanziale. La Sicilia è il confine dell’Europa in questi casi, e quindi non dovrebbe essere la sola Italia a farsi carico di soccorso e accoglienza, ma per le sinistre nostrane, ovviamente, la colpa sarà del governo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *