Rinnovare le Istituzioni

Ucraina: il capo del Pentagono spinge per la guerra. Scholz frena sulle forniture di armi a Zelensky

NEW YORK – Stanziare i fondi per l’Ucraina è cruciale. Lo afferma il capo del Pentagono, Lloyd Austin, sottolineando che se l’Ucraina perde la guerra, i paesi Nato dovranno combattere contro la Russia. “Sappiamo che se Putin avrà successo non si fermerà. Continuerà a essere più aggressivo nella regione. E altri leader in tutto il mondo, altri autocrati guarderanno a questo. E saranno incoraggiati dal fatto che ciò è accaduto senza che noi siamo riusciti a sostenere uno stato democratico”, ha detto Austin in discorso alla Camera dei rappresentanti americana citato dai media ucraini. “Se sei un Paese baltico, sei molto preoccupato se sarai il prossimo: conoscono Putin, sanno di cosa è capace. E francamente, se l’Ucraina cade credo davvero che la Nato entrerà in guerra con la Russia”, ha aggiunto il capo del Pentagono. Non abbiamo dubbi sulle previsioni e sulle intenzioni bellicose di Biden e dei suoi più stretti collaboratori, come il Capo del Pentagono. Del resto più di una voce, all’inizio dell’invasione russa, aveva condannato l’aggressione di Putin, ma aveva anche addossato all’aggressività della Nato parte della responsabilità di quanto è avvenuto.

Mentre gli Usa di Biden spingono alla guerra, qualche governante europeo (non Macron), frena sugli aiuti a Kiev. Il cancelliere tedesco Olaf Scholz ritiene che la Germania non sia pronta a trasferire i missili Taurus a lungo raggio all’Ucraina perché potrebbero essere usati per colpire Mosca, secondo quanto riporta il notiziario tedesco Tagesschau. Il missile da crociera con una gittata di 500 chilometri è un’arma “che se usata in modo errato può raggiungere un obiettivo specifico da qualche parte a Mosca”, ha detto Scholz aggiungendo di essere infastidito dalle “critiche” per il rifiuto di fornire Taurus alle forze armate ucraine, sottolineando che la Germania fornisce a Kiev molte più armi di quasi tutti gli altri paesi. Una risposta allle richieste di nuove e più potenti armi fatta continuamente da Zelensky,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *