Rinnovare le Istituzioni

Ucraina: Scholz e Xi Jinping spingono per una pace giusta, ma Zelensky insiste nelle sue richieste

PECHINO – Importante incontro del cancelliere Scholz, in visita di Stato a Pechino, con il presidente cinese Xi Jinping. Si è discusso anche delle prospettive di pace in ucraina, rese difficili dalle pretese del presidente attore Zelensky di imporre le condizioni dell’Ucraina, con un sigillo internazionale.
A tal proposito il presidente cinese è stato molto chiaro e ha sostenuto che la Cina “incoraggia e sostiene tutti gli sforzi che contribuiscono alla risoluzione pacifica della crisi e supporta lo svolgimento, a tempo debito, di una conferenza di pace internazionale riconosciuta sia dalla Russia sia dall’Ucraina e che garantisca l’equa partecipazione di tutte le parti e le discussioni eque su tutti i piani di pace”.
Dunque una posizione equilibrata che tiene conto della situazione attuale e delle esigenze manifestate da entrambi i contendenti, superando la ferma pretesa di Zelensky (in difficoltà sul campo di battaglia) che chiede, come presupposto dei colloqui, il ritiro della Russia da tutti i territori occupati.
Il presidente – attore infatti, dopo aver chiesto alle potenze alleate di sostenere l’Ucraina come stanno sostenendo Israele, ha mostrato di apprezzare la dichiarazione del leader cinese, anche se ha confermato di mantenere una posizione intransigente nei confronti di Putin.
“Stiamo lavorando attivamente per garantire che il primo vertice globale sulla pace di giugno (in Svizzera) produca risultati. Sono grato a tutti i leader e agli Stati che hanno espresso la loro volontà di parteciparvi nell’ultima settimana, in particolare ringrazio il cancelliere tedesco Olaf Scholz per la sua leadership e la comunicazione internazionale su questo tema, nonché per i segnali che abbiamo ricevuto da Pechino. La Cina può davvero contribuire al ripristino della pace giusta in Ucraina e alla stabilità internazionale”, ha detto Zelensky sui social dopo l’incontro tra Scholz e Xi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *